Migliori Climatizzatori Fissi

I migliori Climatizzatori Fissi consentono di avere un’abitazione perfettamente refrigerata o riscaldata, a seconda delle proprie esigenze. Proprio in base a queste caratteristiche iniziali è importante capire quali sono i migliori modelli in questione: scopriamo assieme quali rientrano nella categoria di quelli ideali da installare in casa propria o nell’azienda.

Migliori Climatizzatori Fissi

Climatizzatori Fissi: ecco i modelli più venduti

Climatizzatore Hisense Easy smart 12000

Climatizzatore mono splitter da 12000 BTU con classe di energia A++ che permette di avere una buona climatizzazione in un ambiente: questo è possibile grazie anche alla funzione Smart, che mediante i sensori presenti nel modello in questione permette di regolare automaticamente le diverse impostazioni che garantiscono l’occasione di migliorare la climatizzazione in casa.

Inoltre è importante parlare del suo punto di forza principale, ovvero la possibilità di sfruttare un motore che si raffredda con una rapidità pari al 25% superiore rispetto a quella degli altri modelli sul mercato.

Climatizzatore Hisense Easy smart 12000 Btu A++ R32 CA35YR01G
  • Condizionatore Climatizzatore Inverter
  • Tecnologia DC Inverter; Gas ecologico R32
  • Pompa di calore + Deumidificatore / Riscaldamento e Raffreddamento

Samsung Condizionatore AR35

Diversi sono i punti di forza di questo modello, tra cui spicca la possibilità di regolare il flusso dell’aria nella direzione desiderata così come l’opportunità di impostare il timer per regolare le tempistiche di durata della funzione dell’elettrodomestico. Un pregio particolare è dato da un flusso d’aria potente generato da un motore che non si surriscalda o raffredda eccessivamente, perciò la costante operativa è una caratteristica di tale versione. Inoltre la classe A++ significa risparmio energetico costante anche se sfruttato per lunghi lassi di tempo.

Mitsubishi Electric MSZ-LN35VGR-E1

Il punto di forza principale di questo modello è dato dalla possibilità di regolare con precisione la temperatura e dal sistema di filtraggio, che permette di catturare germi e batteri e quindi di respirare sempre l’aria pulita. La sensazione di aria pesante, quindi, è totalmente assente con questo modello di climatizzatore: il motore 3D ISense e la funzione che consente effettivamente di adattare le diverse funzioni alle condizioni dell’ambiente, con tanto di 3,5 KW di potenza.

Mitsubishi Electric MSZ-LN35VGR-E1 Kit Climatizzatore Inverter Monosplit Pompa di Calore...
  • Refrigerante a Basso Gwp R32
  • Classe di efficienza energetica a+++ in raffreddamento e in riscaldamento
  • il doppio deflettore garantisce una distribuzione dell'aria ottimale

Ariston 3381274 PRIOS

La possibilità di usufruire dell’app per dispositivi mobili, quindi di azionare il climatizzatore anche quando si è lontani dalla propria casa, è il vero cavallo di battaglia di questo modello, incredibilmente silenzioso e in grado di produrre un ottimo flusso d’aria costante nel tempo. Inoltre è importante sottolineare come sia possibile sfruttare anche la funzione turbo, grazie alla quale è possibile riscaldare o rinfrescare la propria abitazione in tempistiche immediate. Occorre precisare come la classe energetica A++ consente di evitare grandi sprechi di energia elettrica e grazie all’elevata silenziosità e ai diversi sensori.

Daikin ATXF35A

Questo climatizzatore, che si presenta come classico, è dotato di svariate funzioni come controllo completo della temperatura e possibilità di regolare le tempistiche di funzionalità, ovvero scegliere per quanto tempo lasciarlo attivo con possibilità di spegnimento automatico: il modello in questione è anche caratterizzato da funzione di spegnimento autonomo dopo un certo lasso di tempo trascorso in stand by. Altro aspetto fondamentale è dato dalla silenziosità di questo modello, che può essere sfruttato senza sentire quel fastidioso ronzio: inoltre è possibile regolare anche la direzione del flusso d’aria, che raggiunge dei livelli medio alti. Infine la classe energetica A++ lo rende economico sul fronte del consumo energetico.

Daikin Climatizzatore Dual Split 9000

Ottimo sul fronte della velocità di condizionamento degli ambienti con tanto di motore incredibilmente silenzioso e funzione che permette un ottimo filtraggio dell’aria: il filtro è semplice da smontare e pulire, rendendo quindi queste operazioni di manutenzione facili da svolgere. Con la possibilità di impostare le diverse fasce e giorni d’uso, questo modello di climatizzatore riesce a contraddistinguersi per essere un valido alleato del risparmio economico sul fronte del consumo energetico, con tanto di classe A+++. Inoltre si ha la possibilità di regolare il flusso dell’aria e la temperatura, nonché la direzione e di accedere alle funzioni di ionizzatore dell’aria e turbo, che sprigiona una potenza elevata in grado di scaldare o raffreddare un ambiente in tempi rapidi.

Climatizzatori Fissi: ecco la guida all’acquisto

Negli ultimi anni, l’uso dei condizionatori ha migliorato il tenore di vita all’interno delle proprie case e luoghi di lavoro o svago. Di fatti, in estate, questi dispositivi aiutano ad affrontare il calore, dando la possibilità di regolare la velocità del getto d’aria. Il condizionatore d’aria è solitamente composto da due elementi: lo split, il quale è installato all’interno dell’appartamento e il motore esterno, che è montato all’esterno della casa.

É necessario che un installatore colleghi l’unità esterna e l’unità interna, tramite tubazioni dentro le quali scorre il gas refrigerante, il quale, passando dallo stato liquido a quello gassoso, fa in modo che l’aria all’interno dell’abitazione si raffreddi. Dopo aver deciso in che punto e stanza installare l’apparecchio, è prima essenziale comprendere appieno quali tipologie è possibile trovare sul mercato, tenendo ben a mente la cifra che si è disposti a spendere e come utilizzarli al meglio.

In questa guida vedremo gli aspetti da tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto di un condizionatore in modo prudente.

Metratura e consumi

La grandezza dell’ambiente da raffreddare influisce in modo diretto sulla potenza del condizionatore, pertanto bisogna tener conto attentamente dell’area in cui si intende predisporre l’apparecchio. L’unità di misura utilizzata per definire la capacità refrigerante di un condizionatore, è la BTU (British Thermal Unit). Maggiore è il numero di BTU, maggiore sarà la superficie che il condizionatore può raffrescare efficacemente, secondo un rapporto direttamente proporzionale. Per ottenere un elevato livello di BTU è necessaria molta potenza, nonché un consumo energetico superiore.

Un condizionatore d’aria da 9000 BTU è generalmente sufficiente per uno spazio compreso tra 20 e 30 metri quadrati. Un consiglio potrebbe essere quello di optare per prodotti che appartengono alla classe di efficienza energetica A+++. Al rapporto potenza – metratura, è necessario considerare anche il gap di temperatura che si vuole ottenere tra ambiente esterno ed interno, la possibile presenza di fonti di calore o di infiltrazioni d’aria e il sistema isolante che riveste la casa.

Tipi di motore

Ogni condizionatore è provvisto di un motore grazie al quale si avvia il meccanismo di raffreddamento. In particolare si può parlare del vecchio tipo on/off oppure del motore inverter. Le tipologie on/off funzionano portando l’ambiente alla temperatura desiderata e spegnendosi una volta raggiunta; inoltre, quando la temperatura aumenta, il motore si riavvia e riporta la temperatura al livello impostato. A differenza dei precedenti, i motori inverter invece, rimangono accesi anche una volta raggiunto il livello di temperatura stabilito, regolandosi affinché non possa salire ulteriormente in modo automatico. Il vantaggio di questo meccanismo è dato dalla possibilità di risparmiare sul consumo energetico e di far rimanere costante la temperatura all’interno dell’ambiente. Si fa presente, dunque, che il tipo di motore supportato dal dispositivo di refrigerazione, rappresenta anch’esso un elemento incisivo sui consumi.

Modelli di condizionatori

Un altro aspetto da considerare durante la scelta del condizionatore più adatto alle proprie esigenze, è il modello. Infatti le due categorie principali si distinguono in condizionatori a parete (o split) e in quelli portatili. Ognuno presenta delle peculiarità e dei fattori che possono risultare convenienti o sfavorevoli in base all’uso che si vuol fare dell’apparecchio. Il condizionatore a parete è fisso, pertanto una volta installato in un punto della casa o dell’ufficio, non può essere più spostato. Inoltre, richiede l’installazione da parte di un professionista. É ideale per rinfrescare, per esempio, mono o bilocali, grazie al ridotto spazio che occupa nella stanza e si mostra, inoltre, più potente e maggiormente silenzioso rispetto ad uno portatile.

É bene sapere che, se ci si trova in una casa in affitto, potrebbe essere necessaria l’autorizzazione del padrone di casa prima di procedere all’installazione. Di contro, il condizionatore portatile è monoblocco e facilmente movibile da una stanza all’altra, in base alle proprie necessità; pertanto risulta particolarmente adatto nelle case con una maggiore metratura. Necessità, inoltre, dell’installazione di un tubo di scarico dell’aria calda.

Lascia un commento